Come organizzare un Gruppo di Acquisto Condominiale

In questi giorni di emergenza coronavirus in molti condomini sono comparsi una serie di fogli scritti a mano o con pennarelli colorati. Il messaggio è sempre lo stesso: se non te la senti di uscire di casa, non ti preoccupare alla spesa ci pensiamo noi.

#StiamoaCasa ma #restiamosolidali !

Questo semplice gesto di solidarietà “locale” può arrivare più lontano di quanto immaginiamo fino a sostenere i piccoli produttori a filiera corta, anche loro messi a dura prova dall’emergenza sanitaria in corso. Molti di loro infatti, non potendo più partecipare ai mercati rionali o indipendenti, hanno difficoltà nel vendere i propri prodotti; altri invece – in un momento in cui sono consentite solo le consegne a domicilio – devono coprire una zona troppo ampia per poter soddisfare tutte le richieste.

La nostra spesa quindi può fare la differenza: nasce da qui l’idea di lanciare i Gruppi di Acquisto Condominiali per fare la spesa insieme ai propri vicini di casa o di quartiere sostenendo allo stesso tempo i piccoli produttori biologici a filiera corta.

Come si organizza un Gruppo di Acquisto Condominiale?

1. Guarda la lista dei produttori, contattali per sapere se coprono la tua zona e scegli i prodotti a cui sei interessata/o;

2. Coinvolgi i tuoi condomini, amici, vicini di casa per aprire un Gruppo di Acquisto Condominiale;

3. Raccogli l’ordine di tutti e contatta il produttore per stabilire giorno e orario di consegna;

4. Attendi la consegna e distribuisci le cassette sul pianerottolo di casa dei tuoi vicini o agli amici che non possono uscire.

I gruppi di acquisto condominiali/di quartiere nascono per:

– aiutare le persone che al momento non possono uscire di casa;

– garantire a tutti il diritto al buon cibo a filiera corta e biologico;

– sostenere i piccoli produttori aggregando le zone di consegna.

Perché ora?

L’emergenza Covid-19 e le disposizioni del Governo per contenere la diffusione del virus hanno cambiato i nostri ritmi e le nostre abitudini, ma possono essere un’occasione per riscoprire i sapori dei prodotti biologici locali e imparare a fare comunità a partire dal nostro vicinato. Inoltre i Gruppi di Acquisto Condominiale possono sostituire, in questa fase critica, la funziona svolta fino ad oggi dai Gruppi di Acquisto Solidale romani, molti dei quali hanno dovuto sospendere momentaneamente le proprie attività.

Da dove nascono?

I Gruppi di Acquisto Condominiale nascono dall’esperienza consolidata dei Gruppi di Acquisto Solidale (Gas), che vantano 25 anni di storia e una diffusione capillare sul territorio. Gli obiettivi sono semplici: mettere in contatto diretto i produttori locali con i consumatori consapevoli; fare rete per garantire a tutti il diritto al cibo sano e di qualità; incentivare esperimenti di condivisione e autogestione. Ogni Gas si relaziona con i produttori che preferisce e organizza in autonomia la distribuzione dei prodotti tra i propri aderenti in un ambito territoriale delimitato, facilitando così le consegne. I Gas sono presenti in tutti i Municipi di Roma: per saperne di più e aver contatti clicca qui.

Visualizza a schermo intero

Partecipa e coinvolgi i tuoi vicini e amici!

Scrivici dalla Pagina Contatti e Adesioni e iniziamo a costruire insieme una Mappa dei Gruppi di Acquisto Condominiali.